Sicilia: assessore Fdi rifiuta tangente, 'stupito da tanto clamore, ho solo fatto il mio dovere'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 9 ott. (Adnkronos) – "Sono stupito da tanto clamore… Ho solo fatto il mio dovere. Cioè denunciare chi voleva pagare una tangente…". Manlio Messina è sorpreso. L'assessore regionale al Turismo e allo Spettacolo della Sicilia che ha rifiutato una tangente da 50 mila euro e incastrato l'intermediario di un'impresa di eventi musicali, non si aspettava questo clamore. Messina, di Fratelli d'Italia, avrebbe avuto la promessa di una mazzetta di 50 mila euro per dare il via libera alla realizzazione di uno spettacolo di 500 mila euro. Quindi, un'offerta verbale del 10 per cento. Tangente rifiutata, però, dall'assessore che anzi ha deciso di raccontare tutto ai Carabinieri che adesso indagano su una donna che avrebbe proposto l'offerta e sui suoi complici. Ad essere avvicinato è stato il suo capo segreteria, Raoul Russo, che poi ha presentato la denuncia all'Arma.

"Anche i carabinieri erano stupiti – racconta oggi all'Adnkronos – perchè ci hanno detto che di solito queste forme di corruzione le scoprono solo grazie alle intercettazioni e non perché chi riceve l'offerta va a denunciare".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli