Sicilia, colonnello Sgroi in visita al Giardino della memoria

Xpa

Palermo, 12 set. (askanews) - Il comandante del XII° Reggimento "Sicilia" dell'Arma dei carabinieri, colonnello Salvatore Sgroi, ha visitato il Giardino della Memoria di Palermo, il sito confiscato alla mafia e gestito dall'Unci e dall'Anm, e ha reso omaggio a tutte le vittime della mafia. Lo aveva fatto nel novembre del 2017 all'atto del suo insediamento e oggi ha ripetuto l'omaggio in visita di commiato.

"Il Giardino della Memoria - ha detto il colonnello Sgroi, che è stato accolto nel sito di Ciaculli dal vice-presidente nazionale dell'Unione cronisti Leone Zingales - è un luogo significativo. Penso a questo luogo, gestito esemplarmente da giornalisti e magistrati, con sentimenti di grande affetto e devozione verso tutti coloro che sono caduti nel contrasto alla criminalità organizzata e che qui sono ricordati. In particolare, il pensiero corre al giornalista Mario Francese, al giudice Paolo Borsellino e al tenente colonnello Giuseppe Russo, eroi della Patria con i quali ho avuto l'onore ed il privilegio di condividere parte del mio percorso personale e professionale". Nel corso della visita il comandante Sgroi, che era accompagnato da un tenente e da un sottufficiale dello stesso XII° Reggimento, si è fermato per un momento di riflessione davanti agli alberi che ricordano i capitani Emanuele Basile e Mario D'Aleo, il giornalista Giuseppe Fava, il giudice Paolo Borsellino.

Il colonnello Sgroi (nato in Piemonte da genitori siciliani) negli anni scorsi ha guidato, tra l'altro, il Comando provinciale dei carabinieri di Catanzaro ed è stato Capo di Stato maggiore del Comando interregionale ''Culquaber'', con sede a Messina. Tra qualche giorno raggiungerà Roma dove andrà a ricoprire l'incarico di direttore del Primo Servizio-Ufficio Coordinamento e Pianificazione del Ministero degli Interni.