Sicilia, crescono del 46% le esportazioni verso la Cina

Xpa

Palermo, 12 set. (askanews) - Nel 2018 le esportazioni siciliane verso la Cina sono cresciute del 46,1% grazie all'incremento notevole della farmaceutica (quasi raddoppiata rispetto al 2017) e della chimica (+34,6%) seguita a ruota da alimentari e bevande (+29,5%). Un trend che, secondo una elaborazione di SACE su dati Istat, continua ad essere positivo anche nel 2019 con un +10,3% registrato tra gennaio e marzo rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. A tracciare il quadro dei rapporti tra la Sicilia e la Cina è stata oggi, a Palermo, la Fondazione Italia-Cina in occasione della presentazione del X Rapporto annuale "Cina. Scenari e prospettive per le imprese", organizzata in collaborazione con Sicindustria, partner di Enterprise Europe Network, e con il supporto di Nctm e di Sace-Simest.

Più nel dettaglio, nel 2018 l'interscambio Sicilia-Cina si è attestato a quota 258,2 milioni di euro di importazioni e 214,6 milioni di esportazioni e una fetta importante è quella rappresentata dal Food&Beverage che è tra le poche voci a far registrare un saldo positivo dell'export rispetto all'import: nel 2018 la Sicilia ha esportato prodotti alimentari e bevande verso la Cina per 16,7 milioni di euro (contro i 12,9 dell'anno precedente) e ne ha importato 8,1 milioni (erano 9,4 nel 2017). (segue)