Sicilia: da Cuffaro ai magistrati, il popolo variegato della convention di Schifani

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 10 set. (Adnkronos) – C'è il magistrato e diversi avvocati, ma anche l'ex Governatore siciliano Totò Cuffaro, e ancora la Presidente dell'Aiop, l'associazione delle cliniche private. E' un popolo variegato quello che accoglie, al cinema Politeama di Palermo, affollato più che mai, il candidato alla Presidenza della Regione siciliana, Renato Schifani. Ci sono i leader nazionali, come Matteo Salvini della Lega o Antonio Tajani e Licia Ronzulli di Fi, ma anche Francesco Lollobrigida per Fratelli d'Italia. e poi ex assessori ed ex deputati, come l'ex Presidente dell'Ars Francesco Cascio, oggi candidato all'Ars, con Fi. Ma in quarta fila c'è anche Giovanni Ilarda, fino a un mese fa Procuratore generale di Trento e in passato assessore della Giunta regionale guidata da Raffaele Lombardo. E poi avvocati noti, da Roberto Tricoli e Giuseppe di Peri, commercianti. E, ovviamente, tutti i candidati all'Ars del centrodestra. A salire per primo sul palco è stato il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla. Subito dopo Pippo Enea, in rappresentanza della Dc nuova di Cuffaro, che ascolta in platea, a seguire l'ex ministro Saverio Romani, in rappresentanza degli autonomisti.

A prendere la parola è anche il coordinatore regionale di Fi, Gianfranco Miccichè, che dice: "Il centrodestra in Sicilia non si spaccherà mai, non perderà mai. Questa coalizione è per la 25esima volta che si presenta unita. Noi siamo tutti con te".