Sicilia da domani in zona gialla, ecco cosa cambia

·1 minuto per la lettura
(Photo by Stefano Guidi/Getty Images)
(Photo by Stefano Guidi/Getty Images)

Mascherine obbligatorie anche all'aperto e un limite di quattro commensali al tavolo del ristorante. È quanto cambia nella sostanza per la Sicilia che da lunedì passerà dalla zona bianca a quella gialla.

LEGGI ANCHE: Zona gialla: ci torna la Sicilia, ma chi rischia dal 6 settembre?

L'isola è fanalino di coda rispetto al numero di persone che si sono sottoposte al vaccino, superando i limiti dei tre parametri stabiliti dal Governo per il cambio di colore, con le terapie intensive occupate al 12% e i reparti ordinari al 19% (i limiti sono rispettivamente del 10% e del 15%). La regione è inoltre quella con la più alta incidenza di casi positivi ogni 100 mila abitanti, oltre 200. La soglia in questo caso è di 50.

VIDEO - Green Pass Italia, chi è esente?

Le misure da lunedì prevedono che ci si possa spostare tra regioni, anche senza il green pass, ed è possibile raggiungere le seconde case fuori regione al di là del colore del territorio di provenienza e di quello di arrivo. Non ci sono più limiti orari alla circolazione, dunque nessun coprifuoco.

Le mascherine, che in zona bianca sono già obbligatorie nei locali al chiuso, in gialla devono tassativamente essere indossate anche all'aperto. Teatri, cinema, concerti, musei e terme sono accessibili, ma vigono le stesse regole della zona bianca, quindi sempre con l'utilizzo del Green pass. Anche i ristoranti restano aperti sia al all'interno (con pass) che all'aperto (anche senza), ma in gialla il limite di commensali al tavolo è di quattro persone, con una deroga per i conviventi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli