Sicilia, Italia Viva lancia petizione su continuità territoriale

Fdv

Roma, 9 nov. (askanews) - "La condizione di perifericità della Sicilia e l'annoso deficit infrastrutturale che la caratterizza ha comportato e comporta tuttora gravi limiti per la mobilità di residenti e visitatori, con evidenti ricadute negative sul già fragile equilibrio economico. A questi si aggiunge il manifestarsi di criticità riguardo alle tariffe applicate dai vettori aerei che, su diverse rotte, applicano prezzi esorbitanti, in alcuni casi perfino superiori a quelle applicate su collegamenti a lungo o lunghissimo raggio. Abbiamo già presentato una proposta di legge all'inizio della legislatura e adesso, come Italia Viva, siamo pronti con un emendamento alla legge di Bilancio per ottenere il regime di continuità territoriale per la Sicilia, tema che deve divenire una priorità nazionale, così da attivare tutte le misure che possano rimuovere gli ostacoli di ordine materiale, che di fatto derivano dalla condizione di insularità ed ottenere agevolazioni sui costi dei trasporti aerei. È in gioco il rispetto del principio di libera circolazione di tutti i cittadini sancito dalla nostra Costituzione e riconosciuto anche dal Parlamento europeo ". Lo annunciano in una nota il capogruppo di Italia Viva a Palazzo Madama Davide Faraone e la senatrice Valeria Sudano, promotori di una petizione per sostenere l'iniziativa pubblicata sul sito italiaviva.it.