Sicilia, la Nasa fotografa la colonnina di fumo degli incendi

·2 minuto per la lettura
foto incendi sicilia nasa
foto incendi sicilia nasa

Una foto della Nasa ritrae la colonnina di fumo solevata dagli incendi scoppiati in Sicilia, nel Palermitano. Meno intenso, ma visibile anche il fumo dei roghi nel Messinese e nel Catanese.

Incendi in Sicilia, la foto della Nasa

Grazie a uno dei suoi satelliti, la Nasa ha immortalato in una foto la colonnina di fumo degli incendi che da giorni stanno divampando in Sicilia, nello specifico nella zona della Piana degli Albanesi, nel Palermitano.

Meno intensa, ma pur sempre visibile anche il fumo che sale dai roghi scoppiati tra Milsimeri e Casteldaccia, nel Messinese e nel Catanese.

Foto Nasa degli incendi in Sicilia, richiesta la mobilitazione della Protezione Civile

Non ci voleva di certo una foto della Nasa per certificare la gravità della situazione in Sicilia, ma alla luce dei roghi e delle centinaia di sfollati, il presidente della regione Nello Musumeci avrebbe richiesti al governo la dichiarazione dello stato di mobilitazione della Protezione Civile.

Nel Palermitano, Messinese e Catanese i Canadair sono ancora in azione insieme ai Vigili del Fuoco e forestali, ma non basterebbero per spegnere tutti i focolai scoppiati sul’isola.

L’appello del governatore siciliani è stato accolto dal capo del Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio, che così ha risposto: “Alle 17, abbiamo convocato l’unità di crisi per contestualizzare la richiesta della Regione, che poi prevederà un decreto firmato dal presidente del Consiglio dei ministri. Abbiamo preso atto delle necessità della Regione Siciliana e stiamo inviando una serie di squadre da terra che andranno a rafforzare il dispositivo locale, sia con squadre che arrivano da altre regioni sia con il raddoppio del turno dei Vigili del fuoco che mettono così a disposizione più squadre“.

Incendi in Sicilia, il dramma registrato prima della foto della Nasa

La foto del saltellite della Nasa, come già detto, certifica il dramma contingente in Sicilia, ma già le immagini provenienti dalla Sardegna avrebbero dovuto ridare la giusta considerazione del fenomeno.

Restando però in tema, e quindi sull’isola sicula, nella giornta di sabato 31 luglio la città di Catania e le province hanno registrato il più alto numero di roghi nei territori costieri e nelle campagne.

Un vasto incendio ha danneggiato la zona del mare dei lidi e della Plaja industriale, a sud della città etnea. Nella giornata di domenica 1 agosto si contano i danni, pesanti per le decine di famiglie che hanno perso casa e per impenditori che hanno visto bruciare nelle fiamme le loro proprietà e beni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli