Sicilia: l’Isola delle Femmine è in vendita

Proprietari sono quattro fratelli di una famiglia nobiliare discendenti di Rosolino Pilo che si dichiarano proprietari dell’isolotto di 15 ettari fin dal 1600.

Realtà o provocazione? Si è acceso il dibattito attorno all’Isola delle Femmine, nota anche come Isola di Fuori, un’isola dell’Italia sita nel mar Tirreno, in Sicilia. Pur appartenendo amministrativamente all’omonimo comune della città metropolitana di Palermo e pur essendo presente una riserva naturale istituita nel 1997 dalla Regione Sicilia, l’isola risulta infatti una proprietà privata. E i proprietari l’hanno messa in vendita.

Proprietari, infatti, sono quattro fratelli di una famiglia nobiliare discendente di Rosolino Pilo che si dichiarano proprietari dell’isolotto di 15 ettari fin dal 1600. E ora l’Isola delle Femmine è in vendita sul sito dell’agenzia immobiliare Romolini di Arezzo alla cifra di 3milioni e 500mila euro. Una decisione che, ovviamente, ha scatenato le polemiche, con il sindaco del Comune che comprende l’isola che non ci sta. “C’è un vincolo assoluto, chi la compra potrà solo guardarla, questa vendita è una provocazione” ha dichiarato Stefano Bologna, sindaco dell’Isola delle Femmine.

Il nome Isola delle Femmine deriverebbe da Fimi, variante storpiata di Femio, a sua volta derivante da Eufemio, governatore bizantino di Messina. Altra presunta origine potrebbe essere di derivazione dal nome latino “Fimis”, a sua volta “latinizzazione” del termine arabo “fim”, cioè l’imboccatura, lo stretto canale che separa l’isola dalla costa. L’isolotto di Isola delle Femmine è stato considerato sin dall’antichità e per tradizione un luogo da impiegare a scopo economico e difensivo grazie alla sua posizione e conformazione, che lo rende un sicuro riparo contro i venti di levante per le piccole imbarcazioni. L’isolotto, situato nel tratto di mare tra Punta Raisi e Capo Gallo, ha una conformazione ovale dovuta all’erosione dei forti venti che spirano nella zona.

La torre, costruita in prossimità del punto più alto dell’isola (35 m sul livello del mare), è detta anche Torre di Fuori (contrapposta a quella sulla terraferma detta Torre di dentro), risale al XVI secolo, è di tipologia riconducibile all’architetto fiorentino Camillo Camilliani, molto più noto per essere stato l’artefice della Fontana Pretoria a Palermo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità