Sicilia, lo scrittore Cappellani: "Assumere ghost writer e togliere social a Musumeci"

·1 minuto per la lettura

"Assumere, urgentemente, un ghost writer per Nello Musumeci e togliergli i social". Così, all’AdnKronos, lo scrittore catanese Ottavio Cappellani, che all’indomani dell’azzeramento della giunta regionale da parte del Governatore dell’Isola, senza tanti giri di parole, ricorda ed aggiunge come "Musumeci a seguito del voto all’Ars, che, di fatto, gli ha tolto da sotto il sedere la maggioranza, ha fatto un video in cui ha detto le seguenti parole: ‘Me ne frego’, ripetuto più volte, titolo di una raccolta di articoli di Benito Mussolini; ‘non devo rendere conto al parlamento ma a voi elettori’, concetto usato spesso dal sopracitato duce, e infine ‘disertori’ a coloro che non lo hanno votato come delegato per l’elezione del presidente della Repubblica".

Per lo scrittore catanese, non nuovo a dichiarazioni provocatorie, "un presidente di Regione dovrebbe avere ben chiaro il significato delle parole: se c’è un voto non è nient’altro che espressione di democrazia, definire ‘disertori’ chi non lo vota evoca fedeltà al capo ed ‘epurazione’". "E’ proprio vero che la storia di ripete - conclude ironicamente Cappellani- la prima volta come tragedia, la seconda come farsa.’Nellen Musumecien’ somiglia sempre più al colonellen di Sturmtruppen". (di Francesco Bianco)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli