Sicilia, Musumeci firma ordinanza e revoca le zone rosse nella Regione

·2 minuto per la lettura
Sicilia
Sicilia

In seguito all’emanazione del nuovo decreto Covid, il presidente della Sicilia, Nello Musumeci, ha firmato un’ordinanza volta ad abolire tutte le zone rosse ancora presenti nella Regione.

Covid, Musumeci: l’effetto del decreto Covid sulle zone rosse in Sicilia

Nella serata di sabato 24 luglio, il governatore della Sicilia Nello Musumeci ha emanato una nuova ordinanza con la quale ha revocato tutte le zone rosse presenti nella Regione.

La decisione è scaturita in seguito alla diramazione dell’ultimo decreto Covid, approvato e annunciato nella giornata di giovedì 22 luglio. Il decreto Covid, infatti, ha aggiornato le misure relative alle modalità di contenimento della pandemia da coronavirus. In particolare, sono stati rivisti i criteri della classificazione in zona bianca, gialla, arancione e rossa. Al momento, quindi, il passaggio in una delle differenti zone viene valutato esaminando le percentuali dei posti letto occupati dai pazienti Covid in terapia intensiva e nei reparti ospedalieri ordinari.

Nella medesima circostanza, inoltre, è stato anche reso obbligatorio il Green pass per poter accedere a determinati luoghi o per poter partecipare a eventi di svariata natura.

Covid, Musumeci: “Abolite tutte le zone rosse in Sicilia, prevale il criterio dell’ospedalità”

A proposito del nuovo decreto Covid e della recente ordinanza siglata per abolire tutte le zone rossi presenti in Sicilia, il governatore Nello Musumeci ha dichiarato: “Da oggi prevale, dunque, per il cambio di colore, il criterio dell’ospedalità, ma ai cittadini dei sette Comuni interessati e, in generale, a tutti i siciliani mi sento, comunque, di rivolgere un richiamo al senso di responsabilità: completiamo la campagna vaccinale e adottiamo tutte le precauzioni per scongiurare nella nostra Isola una ricaduta”.

Covid, Musumeci: i comuni siciliani classificati come zone rosse

I sette comuni siciliani ai quali il presidente Nello Musumeci ha fatto riferimento sono Caltabellotta, Cammarata, Favara, Gela, Mazzarino, Riesi e San Giovanni Gemini.

Tra i comuni appena elencati, quelli di Caltabellotta e Favara erano stati riclassificati in zona rossa nella giornata di martedì 20 luglio. in questo contesto, era stato individuato un cluster che, secondo le ricostruzioni effettuate, era scaturito dopo la partecipazione a un banchetto nuziale.

Nei giorni scorsi, poi, commentando l’introduzione di nuove zone rosse nella Regione, il sindaco di Gela, Lucio Greco, aveva osservato: “Più che pensare a nuove ordinanze, la prima cosa da fare è spingere affinché si arrivi ad una modifica della normativa che regolamenta, a livello nazionale, la proclamazione delle zone rosse. Non è più possibile basarsi solo sulla linea dei contagi: bisogna tenere conto, in primis, degli indici di ospedalizzazione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli