Sicilia, Musumeci: proseguiranno scavi archeologici Castellitto

Xpa

Palermo, 30 set. (askanews) - Proseguiranno i lavori di scavo e valorizzazione nella villa romana di Castellito a Ramacca. Lo ha annunciato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci nel corso della sua visita istituzionale, stamane, nel Comune etneo. Qui il governatore ha incontrato il sindaco Giuseppe Limoli, i componenti della giunta municipale e il presidente del Consiglio comunale. Il primo cittadino ha espresso apprezzamento per i numerosi interventi realizzati dal governo regionale, a cominciare dal settore delle infrastrutture. In particolare per la ricostruzione del ponte sulla strada provinciale tra Ramacca e Palagonia - all'incrocio con la Statale 417 Catania-Gela - danneggiato da un'alluvione. Successivamente, il presidente della Regione, accompagnato dal sindaco Limoli e dal soprintendente ai Beni culturali di Catania, Rosalba Panvini, insieme al direttore dei lavori Maria Teresa Magro e al dirigente della sezione Beni archeologici etnea, si è recato nell'area archeologica "Castellito".  Musumeci ha quindi comunicato che la Regione stanzierà nuove risorse per la prosecuzione degli scavi e contestualmente verrà predisposta la copertura del sito e la sorveglianza. L'area archeologica interessata comprende una Domus romana del II secolo dopo Cristo, con strutture precedenti di età ellenistica e protoimperiale. Dopo anni di abbandono che hanno portato a furti, nel maggio scorso è stata avviata una perizia di scavo, un primo restauro dei mosaici e la recinzione dell'intero sito. Si tratta di interventi già predisposti nel 2018 dal governo Musumeci, nell'ambito della ripresa della campagna di scavi in tutto il territorio regionale. Il nuovo finanziamento punta a mettere in luce almeno la metà dell'estensione della villa. (segue)