Sicilia, presidente Musumeci visita uffici periferici Agrigento

Red/Cro/Bla

Roma, 2 dic. (askanews) - Genio civile, Ispettorato agrario, Protezione civile e, infine, Soprintendenza dei Beni culturali. Durante la mattinata trascorsa nell'Agrigentino, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha voluto incontrare vertici e personale delle strutture periferiche dell'amministrazione regionale presenti in quel territorio. Accompagnato dai dirigenti generali dei vari dipartimenti e accolto dai responsabili provinciali, il governatore non ha lesinato complimenti per il lavoro portato avanti dai vari uffici, ma ha anche sollecitato i dipendenti a un impegno sempre maggiore al servizio dei cittadini.

"La gente chiede, legittimamente, risposte certe e rapide e ognuno di noi può fare di più per non deluderla: è un dovere che non può assolutamente essere eluso. Io sono qui anche per capire cosa serve, quali strumenti occorrono per raggiungere questo obiettivo, che è quello di una Regione efficiente, pronta e capace", ha detto Musumeci.

Il presidente ha parlato di "una nuova stagione che richiede il più alto impegno da parte di tutti se, veramente, si vuole salvare questa terra superando le emergenze ereditate dal passato".

Un forte apprezzamento, per l'iniziativa del presidente, è stato espresso durante i vari incontri in cui è stato sottolineato come sia stata, in assoluto, la prima volta che un capo del governo regionale abbia voluto incontrare personalmente chi opera nelle strutture periferiche.

Il governatore ha affrontato anche il tema della tutela del territorio, ricordando "le distrazioni del passato da parte di una politica che spesso ha girato lo sguardo dall'altra parte". "Ma adesso - ha concluso - è arrivato il momento di affrontare i problemi, e di risolverli, con competenza e professionalità così come tutti insieme stiamo facendo e continueremo a fare".