Sicilia, Regione vara Piano per proteggere le coste -2-

Red/Gca

Palermo, 18 lug. (askanews) - Su 1.623 chilometri di costa siciliana ben 438, vale a dire quasi un terzo, risultano sfregiati dal mare che ha inghiottito interi arenili provocando danni a strutture pubbliche e private e mettendo seriamente a rischio alcuni centri abitati. Un fenomeno, quello dell'erosione costiera, che l'Isola fino ad oggi ha pagato a caro prezzo, anche in termini di flussi turistici.

La Sicilia, dopo il Veneto, infatti la Regione in cui si registrata nel passato la maggiore urbanizzazione lungo le coste, non sempre nel rispetto della legge. Lo studio effettuato dalla Struttura anti dissesto ha tenuto conto di una gamma completa di parametri: dalle caratteristiche sedimentologiche a quelle meteo marine - con il calcolo di venti, onde e livello del mare -, dagli effetti dei cambiamenti climatici all'analisi dell'evoluzione della linea di riva dal 1998 al 2019. Tutti i dati sono stati raccolti in un nuovo portale che potr essere costantemente aggiornato e che permetter di monitorare i benefici prodotti dagli interventi che verranno realizzati.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.