Sicilia, turista colta da malore soccorsa da Aeronautica militare

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 ago. (askanews) - Un equipaggio dell'82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue - Ricerca e Soccorso) del 15° Stormo dell'Aeronautica Militare, di stanza a Trapani, ha effettuato il recupero di una turista colpita da un malore mentre si trovava in un'area impervia nella Riserva naturale dello Zingaro, nella provincia di Trapani. Stando a quanto riferito in un comunicato dell'Aeronautica, l'equipaggio, in prontezza d'allarme con elicottero HH-139B, ha ricevuto l'ordine di missione dal Rescue Coordination Center (RCC) del Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico (FE) ed è decollato dall'aeroporto di Trapani nel primo pomeriggio per imbarcare a Castellammare del Golfo due tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della Sicilia. Una volta imbarcati, l'elicottero militare si è diretto immediatamente nella zona di intervento dove, in considerazione della zona particolarmente impervia e non raggiungibile con mezzi di soccorso terrestri, la ragazza è stata recuperata tramite l'uso del verricello. Una volta a bordo e in sicurezza, la donna è stata trasportata a Castellammare del Golfo dove è stata affidata alle cure del 118. Terminato l'intervento, l'equipaggio ha fatto rientro a Trapani per riprendere il servizio di prontezza SAR. Nella nota si rimarca che ancora una volta gli equipaggi dell'Aeronautica Militare sono intervenuti in un'attività di soccorso in favore di cittadini che si trovavano in situazioni di difficoltà, colpiti da improvvisi malori o infortunatisi in uno scenario particolarmente impervio che non di rado viene sottovalutato nelle fasi di pianificazione delle escursioni. L'imperizia e la scarsa pianificazione possono portare a condizioni di pericolo che richiedono numerosi interventi dell'Aeronautica Militare, onerosi sia economicamente sia in termini di risorse utilizzate e sottratte al compito primario d'istituto. Da un punto di vista statistico durante la stagione estiva in corso questo è il settimo intervento nell'area e rappresenta uno sforzo e un supporto significativo in termini di risorse che l'Aeronautica Militare assicura alla collettività, si rimarca nel comunicato. L'82° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell'Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l'anno, senza soluzione di continuità, la ricerca e il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d'urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando anche in condizioni meteorologiche estreme. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7.500 persone in pericolo di vita. Dal 2018 il Reparto ha acquisito la capacità AIB (Antincendio Boschivo) contribuendo alla prevenzione e alla lotta agli incendi in Sicilia.