Sicurezza 2019, in Fiera a Milano difese sempre più digitali

Rho(MI), 13 nov. (askanews) - Dalle telecamere intelligenti che avvertono in caso di potenziale rischio, ai sistemi antintrusione integrati su cloud, gestibili anche da remoto, fino all'uso della biometria e dell'intelligenza artificiale. Sono solo alcuni esempi della profonda evoluzione al centro di Sicurezza 2019, manifestazione di riferimento a livello europeo per security e antincendio, in corso a Fiera Milano fino al 15 novembre. Uno scenario in cui le opportunità offerte dalla tecnologia crescono insieme ai rischi.

"Occorre mettere in atto - ha detto Nunzia Ciardi, direttore Polizia postale e delle comunicazioni - tutte quelle cautele che purtroppo spesso dimentichiamo, complice proprio la grande facilità con la quale si utilizzano i dispositivi. Per il singolo cittadino non possiamo dire quale marca comprare, però dare un occhio alla sicurezza sì, non guardare solo e esclusivamente al prezzo più basso".

Non contano dunque più solo le funzioni offerte da uno strumento, come questa serratura che si apre con l'impronta digitale, ma anche il suo grado di protezione dal punto di vista informatico, per evitare che diventi una porta di accesso al sistema domestico o aziendale.

"Facilità d'uso e massimo livello di sicurezza - ha osservato Rocco Vitali, product manager Iseo Serrature prodotti digitali - sono due elementi che nel mondo della sicurezza vanno spesso in antitesi. Con il dito, l'immagine biometrica, questo è il massimo della vita, abbiamo sicurezza e facilità d'uso".

Un'altra innovazione Made in Italy è questa porta scorrevole per negozi che attraverso un sistema di telecamere esterne è in grado di capire genere ed età approssimativa di chi sta per entrare.

"Noi - ha spiegato Andrea Zullo, responsabile commerciale porte automatiche Faac - possiamo comunicare in tempo reale alcune situazioni, quella più importante è legata alla pubblicità. Una seconda telecamera ci permette di contare il numero di persone che stanno entrando nel negozio e di riconoscere eventualmente un momento di affluenza massima".

Un esempio di come la tecnologia, introdotta con un obiettivo commerciale, possa aiutare anche a evitare situazioni di pericolo per le persone, bloccando gli accessi in caso di necessità.