Sicurezza, De Falco attacca: "Morti in mare come deterrente"

webinfo@adnkronos.com

"Vogliono creare un deterrente reale agli sbarchi: la morte delle persone". Così il senatore Gregorio De Falco, del gruppo Misto, attacca il decreto sicurezza bis, parlando in Aula, al Senato. "In tema di immigrazione si arriva solo alla criminalizzazione delle condotte necessarie e dovute dei comandanti delle navi", aggiunge De Falco: "Rischiano il reato di omissione di soccorso, ma anche la sanzione amministrativa". "Intanto ci sono centinaia di morti nel Mediterraneo", accusa De Falco.