Sicurezza in aeroporto: tutto quello che dovete sapere per non restare a terra

Angela Iannone

Allarme terrorismo. E' il motivo per cui gli Stati Uniti hanno potenziato ulteriormente, negli ultimi giorni, i controlli negli aeroporti, in seguito alle minacce giunte da organizzazioni legate ad Al Qaeda di voler far esplodere in volo aerei turistici e commerciali.
Così, il dipartimento di sicurezza interna statunitense ha messo in atto nuove misure per chi viaggia da e per gli Stati Uniti, misure che è bene sapere per non rischiare di rimanere bloccati in aeroporto.

L'ultima arriva direttamente dalla Transport Security Administration (TSA) - l’agenzia governativa statunitense che si occupa dei controlli di sicurezza negli aeroporti - ed è bene che si sappia perchè potrebbe farvi rischiare di perdere l'aero. La TSA ha infatti annunciato che ai viaggiatori con volo da o per gli Usa potrebbe essere richiesto di accendere - prima del gate - il proprio smartphone o altro dispositivo elettronico, per controllare se non siano dispositivi bomba camuffati da device mobile. Qualora fossero scarichi, allora dovranno essere lasciati a terra e il proprietario sarà soggetto ad ulteriori controlli. Rischiando così di perdere l'aereo. (Continua dopo il video)

In generale i dispositivi elettronici venivano già controllati: al momento delle verifiche di sicurezza, infatti, vanno estratti da borse e zaini per passare sotto lo scanner. Stesso discorso vale per scarpe, cinte e oggetti metallici che devono essere assolutamente tolti prima di passare sotto il controllo della polizia aeroportuale.
La nuova misura di sicurezza porterà certamente rallentamenti durante il check-in, anche perchè non è ancora chiaro cosa effettivamente dovrà essere monitorato. Quello che è certo è che la nuova normativa verrà imposta a tutti gli aeroporti dai quali partono voli per gli Stati Uniti.

Il controllo dei dispositivi accesi si aggiunge alla lunga lista di monitoraggi che i passeggeri devono affrontare prima di salire a bordo: ci sono i body scanner, degli scanner corporei che spogliano letteralmente i passeggeri per  vedere se sotto gli abiti nascondono armi o altri dispositivi.
Oggetto di molte polemiche per via della privacy, il body scanner si è diffuso - soprattutto negli States - subito dopo i fatti dell'11 settembre.

Ulteriori novità arriveranno a breve per quanto riguarda il trasporto dei liquidi. Sul sito dell' Enac è possibile consultare un vademecum con gli aggiornamenti da sapere prima di imbarcare liquidi in cabina. A partire dal 31 gennaio 2014, infatti, ci saranno ulteriori restrizioni sul trasporto. In particolare, potranno essere trasportati i liquidi acquistati al duty free ma solo se sigillati in un sacchetto di sicurezza fornito al momento dell'acquisto, i liquidi in contenitori che non superino i 100 ml (sempre chiusi in un sacchetto di plastica trasparente, da estrarre al momento del controllo), più medicinali e prodotti dietetici particolari, come cibo per neonati. Le nuove restrizioni sui liquidi arrivano dopo le ultime indiscrezioni - non si sa se vere o fantasiose - di questo nuovo esplosivo liquido che si assorbe sugli abiti dell'attentatore. (Continua dopo le foto)

Se pensate di aver superato ogni ostacolo e di potervi finalmente accomodare sul vostro sedile, pensate male. Perchè un altro aspetto importante da non dimenticare è il bagaglio a mano. Se per quello imbarcato in stiva ci sono meno problemi, se non quello del peso - che varia in base alla destinazione e alla classe ma di solito non deve superare i 23 kg, con alcune eccezioni come Brasile e Africa Occidentale per cui è consentito il trasporto di 2 bagagli di 23 kg l’uno - per il bagaglio a mano scattano ulteriori limiti. Le misure variano in base alla compagnia aerea, che decide il numero di bagagli concesso da salire a bordo e le dimesioni, variabili anch'esse a seconda della compagnia. Ad esempio, se Alitalia consente il trasporto di un bagaglio con un peso massimo di 8 kg e di dimensioni 35x55x25 cm, Ryanair permette di salire a bordo un solo bagaglio a mano con un peso massimo di 10 kg e dimensioni  55 x 40 x 20, anche se dal 1 dicembre 2013 la compagnia consente di portare in cabina anche un secondo, piccolo bagaglio a mano (35x20x20) come una borsetta o una busta. Dimensioni assolutamente da rispettare, se non si vuole restare in aeroporto o pagare il costo d'imbarco del vostro bagaglio indesiderato.
Uguale per tutte le compagnie è il regolamento delle cose da non portare in cabina: pistole, armi da fuoco, strumenti smussati, armi e oggetti taglienti, esplosivi, sostanze tossiche o infiammabili e liquidi (esclusi quelli di cui sopra).

Ci sono però dei piccoli trucchi da sapere per velocizzare il vostro check in e soprattutto renderlo meno stressante. Basta semplicemente leggere le condizioni di sicurezza aeroportuale della compagnia con la quale state viaggiando e dello scalo, oppure il sito dell'Enac, constantemente aggiornato. In più, molte compagnie permettono di effettuare il check in on line, evitandovi lunghe file e permettendovi di andare direttamente al controllo passaporti. Preparare il bagaglio a mano seguendo tutte le istruzioni, non indossare abiti con oggetti metallici, organizzare i vostri dispositivi elettronici in modo da essere facilmente estraibili, così come per soldi e chiavi. Ma soprattutto, controllate i vostri documenti di viaggio: potrete avere usato tutte le migliori accortezze, ma con un passaporto scaduto non si va da nessuna parte.