Sicurezza, indagine Ist. Piepoli: 'Per 65% sì a privati in supporto a forze ordine e vigili'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 nov. (Adnkronos) – Il 65% degli italiani gradirebbe che le auto e le guardie giurate private fossero di supporto alle forze dell'ordine e ai vigili urbani per la sicurezza ed il controllo delle città nelle zone più a rischio e dei centri storici. E' quanto emerge dal sondaggio di opinione pubblica 'La sicurezza secondo gli italiani', realizzato dall'Istituto Piepoli in occasione del 50esimo anniversario di Sicurtransport, azienda leader nel settore della sicurezza e della vigilanza.

Il 27% gradirebbe molto questa collaborazione, il 38% abbastanza per un totale pari al 65%. Il 19% invece lo gradirebbe poco, il 9% per nulla mentre il 6% è senza opinione. Guardando alla tipologia di intervistati, tra i più convinti sostenitori ci sono le donne (68% rispetto agli uomini 63%) e la classe di età tra i 35-54 (68%) e oltre i 54 anni (66%). Infine, le percentuali più alte della media si riscontrano al Sud, dove gradirebbe questo supporto il 71%, e nelle Isole dove la percentuale sale al 74%.

L'indagine evidenzia anche che per il 50% sono considerati affidabili i servizi privati dedicati alla sicurezza (come vigilanza, guardia giurate) ai fini della propria sicurezza personale: per l'8% molto affidabili, per il 42% abbastanza affidabili. Invece li considerano poco affidabili il 35%, per nulla il 7% mentre il 7% è senza opinione. Le percentuali di chi li considera affidabili salgono al 56% nella fascia di età 35-54 anni e al Sud e nelle Isole con, rispettivamente, il 50% e il 62%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli