Sicurezza lavoro, Morelli: lavoro su misure vigilanza, lavoro nero e Procura nazionale

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 apr. (askanews) - "Lavoriamo su un ampio pacchetto di misure che coinvolga due legislature". Così Alessandro Morelli, vice-Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, ospite questa mattina del salotto giornalistico StudioNews, interamente dedicato al tema della sicurezza sul lavoro.

La soluzione caldeggiata da Morelli prevede tre principali linee di intervento: aumento della vigilanza, con l'assunzione entro l'estate di almeno 7.000 "controllori" che sovrintendano al rispetto delle norme vigenti in materia di sicurezza e salubrità di un posto di lavoro, stretta sul lavoro nero e istituzione di una Procura Nazionale del Lavoro, ipotesi su cui l'esecutivo e le parti sociali hanno già aperto un primo confronto.

Un progetto di riforma ampio e capillare che, negli auspici di Morelli, coinvolgerà almeno due legislature, "Quella attuale imbastirà le nuove norme; la successiva, visto che le elezioni non sono così in là da venire, si occuperà della loro attuazione". Meritevole di una riflessione, secondo il vice-Ministro, anche l'Alternanza Scuola - Lavoro nella quale si rende necessaria "l'assunzione condivisa della responsabilità sociale".

Ancora guardando al prossimo futuro, Morelli ha quindi promesso controlli stringenti sulla trasparenza di tutti i portatori di interesse, dai cantieri alle infrastrutture passando per le maestranze, che contribuiranno alla realizzazione delle Olimpiadi Invernali Milano-Cortina 2026.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli