Sicurezza lavoro, in Umbria firmato protocollo d'intesa -2-

Red/Rus

Roma, 24 giu. (askanews) - Con lo strumento pattizio si proceduto alla formalizzazione, in unico documento ed in un'ottica unitaria e coordinata, degli impegni di tutti gli attori interessati, con l'intento di favorirne la collaborazione integrata e sinergica e, pertanto, prevenire e contrastare, in maniera pi efficace, i fenomeni di rischio. Ci attraverso - innanzitutto - la diffusione della cultura della salute e della sicurezza sul lavoro, l'implementazione delle attivit di formazione ed educazione oltre alla condivisione delle risultanze delle attivit esperite da ciascuna componente del sistema nell'ambito delle proprie competenze. Difatti, le parti firmatarie hanno convenuto di potenziare al massimo l'attivit di sensibilizzazione, informazione e formazione dedicata a tutti gli attori del mondo del lavoro, in specie nei settori maggiormente interessati dal fenomeno infortunistico, anche attraverso la preziosa collaborazione di Enti qualificati, quali l'Universit degli Studi di Perugia e gli operatori economici dotati di un elevato know-how in materia, in modo da diffonderne capillarmente indicazioni e buone pratiche fra le imprese regionali. Si dunque deciso di intensificare la raccolta di dati condivisi fra i diversi soggetti, pubblici e privati interessati alla problematica, al fine di favorire la realizzazione di un sistema integrato di scambio informativo che vada ad efficientare l'attivit di prevenzione e di vigilanza a tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro, in pieno raccordo operativo e funzionale interistituzionale, evitando gravose duplicazioni e dispersioni di risorse e strumenti. Quanto al metodo di lavoro, stata prevista la costituzione, presso la Prefettura - U.T.G. di Perugia, di un "Tavolo di coordinamento permanente per la sicurezza e la prevenzione degli incidenti", quale luogo di condivisione e di promozione di iniziative in materia, composto dai rappresentanti di tutte le Istituzioni e dalle parti sociali coinvolte, con il principale compito di assicurare il monitoraggio costante dei fenomeni concernenti l'infortunistica e la prevenzione delle malattie professionali.