Sicurezza, Mauri: decreti Salvini hanno fatto danni, li cambieremo

Pol/Gal

Roma, 24 giu. (askanews) - "Salvini ha fatto propaganda facendo i decreti e continua a fare propaganda anche adesso, per esempio quando dice che vogliamo annullare anche quella parte dei decreti che parla delle forze dell'ordine o di beni confiscati. Invece noi stiamo intervenendo sulla parte relativa all'immigrazione, che ha prodotto dei danni concreti, misurabili". Lo afferma il viceministro dell'Interno Matteo Mauri, nell'intervista che oggi apre il sito 'Immagina' e nella quale fa il punto sulle modifiche ai cosiddetti decreti sicurezza, a cui il governo sta lavorando.

Per Mauri "gli oltre 30mila irregolari in pi che girano per le strade italiane sono un danno per tutti, cos come la riduzione consistente di tutta l'integrazione", perch "noi crediamo che avere sul territorio pi regolari sia una buona cosa per la sicurezza e la convivenza tra immigrati e comunit locali". Quanto alle modifiche messe sul tavolo nell'incontro tra le forze di maggioranza e la ministra Lamorgese che si tenuto ieri, Mauri ha parlato di "passi avanti perch si discusso nel merito, sulla base della proposta della ministra". Una proposta che per Mauri contiene dei "punti essenziali", come "il ripristino della protezione umanitaria, l'iscrizione all'anagrafe dei Comuni per i richiedenti asilo e l'annullamento della sanzioni per le navi che fanno salvataggio in mare. Oltre a questo noi come Pd abbiamo posto altre questioni, come per esempio il ritorno ad un sistema di integrazione sul modello Sprar, smantellato da Salvini: accoglienza diffusa sul territorio, in piccoli gruppi, per garantire maggiore qualit e maggiore sostenibilit sociale per le comunit".

Per il viceministro "un dato positivo perch noi da tempo sosteniamo che sia necessario fare degli interventi che vadano molto pi in profondit, andando ad annullare tutte le conseguenze negative legate ai decreti Salvini. Marted prossimo sar riconvocato il tavolo, con anche le proposte aggiuntive dei gruppi, e faremo altri passi in avanti".