Sicurezza, Molteni: vicini a polizia, non si tocchino nostri decreti

Pol/Bac

Roma, 29 ott. (askanews) - "Non siamo riusciti a risolvere tutti i problemi della Polizia perché abbiamo ereditato dai governi precedenti una situazione difficile sia sul fronte del riordino delle carriere sia sul rinnovo del contratto e sugli organici: dovremmo avere 106mila agenti di Polizia, ce ne sono 98.500". Lo ha detto il deputato della Lega Nicola Molteni intervenendo alla manifestazione del sindacato di Polizia Coisp a Roma, in piazza Montecitorio.

"Abbiamo però invertito la tendenza - ha proseguito l'ex sottosegretario all'Interno - inserendo 2 miliardi di euro per il comparto nella scorsa manovra e approvando i decreti sicurezza. Colgo l'occasione per urlare da questa piazza alla nuova maggioranza: non toccate quei decreti! La sicurezza non è di destra o di sinistra: le Forze dell'Ordine sono al servizio del Paese e indossano la divisa dell'Italia e degli italiani. In silenzio e senza clamore difendono i cittadini ogni giorno rischiando la vita. Ecco perché sputare sulla divisa di un poliziotto non può essere considerato un reato di lieve entità: è un reato gravissimo", ha concluso.