Sicurezza: Provenzano, 'destra estrema per reprimere dissenso, via norma rave'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 2 nov. (Adnkronos) – "La svolta moderata di Giorgia Meloni raccontata in campagna elettorale era una leggenda, invecchiata male. I primi atti del governo vanno, con chiarezza, in tutt’altra direzione. E’ destra estrema quella al governo del Paese che con una norma vaga e generica apre spazi di intollerabile discrezionalità all’Autorità pubblica che rischiano di sconfinare nell’arbitrio". Così Peppe Provenzano, vicesegretario e deputato del Partito democratico, rispondendo agli ascoltatori di Radio Immagina, la web radio dem.

"E’ la prova evidente che maggioranza e governo si stanno preparando a reprimere il dissenso, che si tratti di una protesta in una scuola o di una rivendicazione di lavoratori e, per assurdo, può riguardare un falò in spiaggia o un picnic su un prato. Le urgenze vere, caro bollette, inflazione, questione salariale, lotta alla precarietà per l’esecutivo Meloni non esistono. Con altrettanta chiarezza, noi democratici diciamo che non basta che la norma sia corretta in Parlamento, vogliamo che essa venga ritirata”.