Sicurezza, a Roma riuniti esperti forze polizia operanti all'estero -3-

Red/Gtu

Roma, 7 ott. (askanews) - Nel corso del suo intervento, a conclusione dell'apertura istituzionale il capo della polizia Gabrielli ha sottolineato la rinnovata consapevolezza del ruolo degli esperti per la sicurezza, ai quali e per i quali è sempre più richiesto uno sguardo prospettico, con un "cambio di passo culturale, che sia idoneo a dare risposte alla portata sempre più transnazionale e globale che le minacce attuali impongono ai sistemi del law enforcement su scala mondiale".

"Oggi - ha sottolineato il prefetto Gabrielli - si registra un clima diverso tra gli addetti ai lavori, che trova sintesi grazie all'importante azione di raccordo che Il Dipartimento della pubblica sicurezza assicura, arricchendo l'azione comune del know how e delle tradizioni di ciascuna forza di polizia, privilegiando un approccio ed un ruolo sistemico anche per il settore degli esperti della sicurezza". Il convegno si è aperto con un minuto di raccoglimento in ricordo dei due agenti uccisi a Trieste; e il capo della polizia ha ringraziato i comandanti generali dell'Arma dei carabinieri e della guardia di finanza per la vicinanza espressa anche questa mattina per il grave sacrificio degli agenti della questura di Trieste, "testimonianza della modalità esemplare con la quale le tante donne e gli uomini in divisa servono silenziosamente il Paese".