Sicurezza, Saltamartini (Lega): da Pd aggressione sessista e maschilista

Pol/Luc

Roma, 17 lug. (askanews) - "Nessuna aggressione alla collega Bruno Bossio. L'unico atto di violenza è stata quella del Pd, che si è diretto in massa per occupare con la forza i banchi della presidenza e inveire contro la presidente Businarolo pur di proseguire con l'ostruzionismo. Il deputato del Pd Andrea Romano, come ha poi ricordato lo stesso presidente Brescia, è stato capace di fare addirittura peggio, sostenendo che la presidente non poteva presiedere i lavori in quanto incinta. Mentre dalla deputata Bruno Bossio sono arrivate le assurde parole che accusavano la maggioranza di aver voluto appositamente farla presiedere approfittando proprio del suo stato di gravidanza. Una scena sessista, maschilista e indecente come questa non si era mai vista. Stupisce e amareggia che le donne del Pd non abbiano minimamente espresso la loro indignazione per quanto avvenuto né preso le distanze dal loro collega di partito. Evidentemente, per il Pd essere incinta significa essere malata e come tale non in condizioni di lavorare". Lo riferisce la deputata della Lega Barbara Saltamartini, presidente della Commissione Attività produttive della Camera.