Sicurezza stradale: a Roma nascono i 'Cuscinetti', volontari sugli attraversamenti

webinfo@adnkronos.com

Attraversare la strada sulle strisce pedonali accompagnati da volontari che indossano un'armatura fatta di cuscini e un cartello che recita "Solo frenate dolci". E' l'iniziativa, partita oggi, dei volontari romani per la mobilità dolce, stavolta riuniti dalla sigla "Grandi come una città". "Per dare un messaggio di attenzione verso il prossimo -scrivono in un comunicato-, per essere meno aggressivi quando guidiamo l’automobile per ricordarci che siamo sempre 'il pedone di qualcun altro' e che è un nostro diritto attraversare la strada con serenità. Fateci caso: anziani, adulti, bambini possono stare per un tempo infinito davanti alle strisce pedonali prima di riuscire ad attraversare, perché? Hanno paura e nessuno li fa passare. L’obiettivo di questa campagna è il rispetto assoluto per i pedoni, invitare chi è alla guida di un’automobile a una maggiore responsabilità verso il prossimo (e se stesso), ricordarsi che il pedone ha il diritto di attraversare la strada in serenità". 

Per ora l'iniziativa, si legge, verrà svolta nel III municipio, che ha concesso il patrocinio, dal 25 al 29 novembre, ore 12,00 -13,00 via Nomentana nuova, 39 - davanti alla fermata dei bus, dal 2 al 6 dicembre, ore 16-17 davanti l’Istituto comprensivo Montessori, viale Adriatico 140 e dal 9 al 13 dicembre ore 16-17 davanti l’Istituto comprensivo Fidenae, via Don Giustino Russolillo, 64. "Spesso in macchina -continuano gli attivisti- siamo arrabbiati e frustrati per il traffico, per il caos, per l’arroganza di alcuni e ci sfoghiamo sull’acceleratore appena vediamo la strada libera anche solo per pochi metri. I nostri comportamenti inappropriati e privi di responsabilità causano incidenti". I pedoni che nelle città hanno perso la vita sono stati 152 nel 2018: "un terzo delle persone che girano a piedi -conclude la nota- muore a Roma".