Siena, auto finisce in una scarpata: muore 24enne, grave l’amico

Attilio Mamone

Gravissimo incidente stradale nel territorio del comune di Pienza, in provincia di Siena. Un’auto finisce in una scarpata, e muore il 24enne Attilio Mamone. Lutto e dolore sui social. Ricoverato in gravissime condizioni l’amico che viaggiava con lui, un 20enne residente a Zurigo.

L’incidente

“Il Vescovo Stefano si unisce al dolore dei familiari di Attilio Mamone, il giovane 24enne che ha perso la vita in un tragico incidente nei pressi di Pienza. Conosciuto personalmente da mons. Manetti per via dell’attività lavorativa nei pressi della Cattedrale di Montepulciano, il Vescovo partecipa al dolore di quanti lo hanno conosciuto, soprattutto giovani, mentre eleva preghiere al Signore Risorto perché illumini questo momento di grande sofferenza con la luce della fede” si legge in un messaggio pubblicato su Facebook dalla Diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza.

Domenica 8 settembre 2019 infatti c’è stato un terribile incidente stradale lungo la strada provinciale 40 nel territorio del comune di Pienza, in provincia di Siena. In base alle prime ricostruzioni Attilio Mamone, residente a Chianciano Terme anche se originario di Tropea, era alla guida della sua auto quando questa è uscita di strada per motivi ancora da accertare. Con lui nella vettura un amico 20enne.

L’auto a quel punto si è ribaltata più volte, finendo poi giù da una scarpata. Una volta scattato l’allarme sul posto sono giunti i vigili del fuoco che hanno estratto dalle lamiere i due ragazzi. Per Attilio Mamone però i tentativi di rianimazione sono stati inutili: il 24enne era già morto. Ricoverato invece in gravissime condizioni l’amico 20enne, residente a Zurigo.

Cordoglio su Facebook

Lutto e dolore su Facebook. Anche l’intera comunità scolastica dei Licei Poliziani “piange la scomparsa, di Attilio Mamone ex studente del liceo, figlio del prof. Antonio Mamone e si stringe forte al padre, alla madre e alla sorella in questo momento di indicibile dolore” si legge in un post.

A porgere al 24enne l’ultimo saluto anche la Comunità di Casaggì Valdichiana, che ricorda la “militanza quotidiana” di Attilio Mamone “dalla preparazione di uno striscione alla distribuzione di un volantino, dall’affissione di un manifesto alla realizzazione di un gazebo, dalla bolgia di un concerto agli slogan di un corteo”.