Siena, filmava le parti intime delle bambine al centro commerciale

filmava bambine

La Polizia di Stato di Poggibonsi, in provincia di Siena, ha arrestato un uomo di 58 anni che filmava le parti intime di alcune bambine nel centro commerciale. L’uomo, infatti, è stato colto in flagrante nel momento in cui riprendeva con una telecamera nascosta le bimbe. Inoltre, il 58enne è accusato di “detenzione e produzione di materiale pedopornografico”. I poliziotti del Commissariato, quindi, hanno fermato l’uomo. Gli agenti, guidati dal vice Questore Manganelli Gianluigi, erano già stati informati di un uomo sospetto che si aggirava per il centro commerciale.

Filmava le parti intime delle bambine

Il 58enne si aggirava da tempo nel centro commerciale facendo finta di inviare messaggi dal telefonino. Invece, l’uomo filmava le parti intime delle bambine ignare. Purtroppo, però, è stato segnalato da diversi esercizi commerciali che hanno avvisato il Commissariato. Nei giorni scorsi, inoltre, la polizia di Stato di Poggibonsi ha fermato l’uomo in flagranza di reato. Seguendo le descrizioni dei commercianti non è stato difficile inquadrare l’uomo. Il 58enne, infatti, indossava sempre la borsa a tracolla dalla quale penzolava un oggetto simile a una telecamera. I poliziotti in borghese hanno pedinato l’uomo e quando ha iniziato ad avvicinarsi alle bimbe gli agenti hanno cominciato la perquisizione. Nella borse del 58enne è stata trovata una moderna telecamera Go Pro. Infine, nella casa del 58enne fiorentino sono stati trovati materiali pedopornografici.

La tecnica

Secondo la ricostruzione della polizia, l’uomo utilizzava una telecamera Go Pro e un filo impercettibile che gli permetteva di inserirsi sotto le gonne delle bambine. Le immagini, inoltre, venivano trasmesse in tempo reale al cellulare con una memoria pressoché illimitata. Per questi motivi l’uomo è stato arrestato e si trova ora nel carcere di Sollicciano, nel territorio fiorentino. Sono in corso le indagini: a seguito della convalida di arresto, l’uomo si trova ai domiciliari.