Siena, ubriaco e contromano provoca la morte di un 28enne

Ubriaco fradicio, imbocca la superstrada contromano e uccide un giovane
Ubriaco fradicio, imbocca la superstrada contromano e uccide un giovane

Incidente drammatico lungo la carreggiata nord della superstrada Firenze-Siena nel comune di Monteriggioni, tra l’uscita di Siena Nord e quella di Badesse: un’auto ha imboccato contromano il raccordo autostradale, scontrandosi frontalmente con un mezzo che proveniva dalla direzione corretta.

Siena, ubriaco in contromano in autostrada provoca la morte di un 28enne: arrestato

Omicidio stradale aggravato: è con questa accusa che è stato arrestato un cittadino romeno di 30 anni, che tra sabato e domenica scorsa, in piena notte, ha imboccato contromano la superstrada. L’inevitabile scontro frontale con un’altra vettura ha provocato la morte di un 28enne, Stefano Sanna, allevatore residente a Monteriggioni, nel Senese.

Tasso alcolico sette volte superiore al massimo consentito 

Il romeno che ha causato l’incidente è stato portato in ospedale: al momento si trova ricoverato alle Scotte per varie fratture. Entrambi, infatti, erano rimasti incastrati negli abitacoli ed è stato quindi necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

É stato rilevato un tasso alcolemico sette volte superiore al massimo consentito dalle leggi italiane, tanto è vero che l’uomo, la mattina successiva, non ricordava nulla di ciò che fosse accaduto.

Profondo cordoglio per Stefano 

Per quanto riguarda la vittima, invece, Stefano Sanna stava rientrando a casa dopo una serata trascorsa con la fidanzata e un cugino. Purtroppo, è morto sul colpo. Non verrà effettuata nessuna autopsia sul suo corpo, in quanto le dinamiche dell’incidente sono apparse evidenti.

Lavorava in un caseificio, presso l’azienda di famiglia, prendendosi cura degli animali e aiutando nella produzione di formaggi. Profondo il cordoglio della città e dei tanti che lo conoscevano e gli volevano bene. Decine di persone si sono recate nell’azienda di Badesse per stringersi alla madre e al padre.