Sigep Exp, filiere del dolce connesse al mercato con l'esperienza digitale

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·4 minuto per la lettura

Internazionalità, competenze, tecnologia, mercato. Sono le coordinate su cui si svilupperà il palinsesto di Sigep Exp 2021, edizione completamente digitale della iconica manifestazione di Italian Exhibition Group dedicata alle filiere della gelateria, pasticceria e panificazione artigianali e al caffè, dal 15 al 17 marzo.

Una piattaforma progettata per sviluppare business per gli espositori e buyers, condividere competenze e professionalità con due format di eventi live da studio televisivo, muovere un primo passo verso l’edizione in presenza di gennaio 2022. Il sentiment delle associazioni che rappresentano le filiere ospiti sta in equilibrio tra un contesto internazionale tutt’ora incerto e la spinta a cogliere le opportunità che gli artigiani e la filiera tecnologica italiane possono dispiegare sui mercati esteri.

"I gelatieri - dichiara Claudio Pica, segretario generale Aig, Associazione italiana gelatieri - ci stanno mettendo tutta la loro passione, certi che le vaccinazioni renderanno l’estate 2021 migliore della precedente. Due le strade da percorrere: internazionalizzazione dei mercati con Israele, Ecuador, Asia e Nord America dove portare competenza e qualità grazie anche alla lungimiranza del Sigep che in questi anni ha creato un percorso di crescita per noi importante. E poi valorizzazione del know-how professionale del gelatiere, con la creazione dell’'Accademia gelato artigianale Alberto Pica' che verrà presentata in questa edizione digitale".

"Per i produttori di ingredienti per gelato è importante partecipare a Sigep Exp per dare continuità al lavoro fatto in questi anni e consolidare il marchio e la manifestazione. Ambasciatore del gelato artigianale italiano nel mondo, Sigep è un patrimonio che va tutelato e valorizzato. In questo momento di grave difficoltà, Sigep Exp rappresenta un’opportunità per sperimentare nuovi strumenti di marketing e di comunicazione: un hub digitale per mantenere un collegamento con il mercato e tutti coloro che nel mondo lavorano o sono interessati ad entrare nel business del gelato artigianale. Ci auspichiamo di ottenere risultati significativi", aggiunge Roberto Leardini, presidente Uif-Unione italiana food.

Per Marco Cavedagni, presidente Acomag-Associazione costruttori macchine arredamenti attrezzature per gelato, "Sigep è il punto d’incontro più importante per il mondo del gelato e della pasticceria". "La pandemia ha quest’anno impedito un evento con presenza, ma è necessario tenere vivo il collegamento tra gelatieri e aziende. Per cui Acomag incoraggia al massimo la presenza degli associati, ritenendo che l’organizzazione di un evento virtuale di questo livello possa anche contribuire alla crescita della comunicazione social e web delle aziende", aggiunge.

Opportunità attesa anche dalla filiera della pasticceria. Per Gino Fabbri, presidente Accademia maestri pasticceri italiani, "Sigep Exp è un’opportunità da cogliere al volo: una leva internazionale per nuove collaborazioni e per avvicinare competenze, a partire dalle tecnologie per lavorare in modo sempre migliore i prodotti". "Al Sigep Exp - annuncia - presenteremo nuove tecniche di cottura sottovuoto, che a 60 e anche a 40 gradi permettono di ottenere grandi aromi con meno zucchero nella lavorazione. È un esempio di come la pasticceria abbia sfruttato questo anno di pausa per ripensarsi e raggiungere nuovi standard di qualità. È un primo passo per guardare all’edizione del 2022, quando ci ritroveremo in presenza".

"Essere a Sigep - afferma Giovanni Bizzarri, presidente Aibi, Associazione italiana bakery ingredients - significa credere in questa grande manifestazione internazionale, anche in un momento così complesso. Aibi, forte della partnership con Ieg, intende sostenere il progetto, invitando tutti i nostri associati a partecipare. L’innovativa modalità digitale prevista per il 2021 conferma, a nostro avviso, l’importanza dell’evento e delle fiere in generale: nonostante la pandemia, le imprese potranno incontrare i buyers, conoscere i nuovi prodotti e aggiornarsi sulle tendenze di mercato, aprendosi così a nuove opportunità di sviluppo, in Italia e all’estero".

"I panificatori - anticipa Roberto Perotti, presidente Richemont Club Italia - lavoreranno nel 'Sigep Lab' allestito in Cast Alimenti, con una prospettiva molto internazionale e con slot molto coinvolgenti. La nostra superstar sarà il lievito madre. Avremo ospiti i colleghi della Banca del lievito madre di Puratos, in Belgio. Di quelli conservati lì, quasi 70 sono italiani e ne utilizzeremo alcune tipologie per fare alcuni tipi di pane. Daremo molta attenzione alla sostenibilità ambientale, con alcuni esempi di produzioni a chilometro zero dal campo alla farina, e infine mostreremo come utilizzare il lievito madre nei dolci, dalla colomba pasquale al panettone".

"La caffeina ci aiuta a reagire all'incertezza - dice Alberto Polojac, presidente Sca, Specialty Coffee Association Italia - in un quadro economico che rimane comunque preoccupante per la caffetteria e la ristorazione in generale. L’obiettivo è tornare a incontrarci di persona all’edizione 2022 del Sigep a Rimini, la patria dell’accoglienza. La responsabilità che Sca ha ora è tenere in alto i cuori e creare connessioni di business e di community. La connessione è da remoto, dobbiamo sfruttarla per continuare a divulgare, comunicare, unire la nostra community".