Sileri: "8 milioni di dosi del vaccino in arrivo"

·3 minuto per la lettura
sileri
sileri

Le festività di Pasqua in zona rossa, poi il ritorno alla suddivisione delle Regioni per colori. La gestione della epidemia di Covid-19 in Italia è ancora da valutare. Le misure di restrizione, infatti, sono ancora necessarie, ma la speranza è che esse possano essere allentate nei prossimi mesi. A parlarne è stato Pierpaolo Sileri.

Le previsioni di Sileri

Il sottosegretario alla Salute, in un’intervista a Timeline, su Sky TG24, ha parlato delle prossime mosse del Governo: “Non è che le chiusure vengono fatte perché si vogliono sequestrare le persone, si tratta di una necessità medica guidata dai numeri. Però è pur vero, e comprendo ciò che dice Salvini, che c’è la necessità di programmare anche la riaperture. Stiamo vivendo la terza ondata e verosimilmente stiamo oltrepassando il picco, anche se lo scopriremo con certezza solo nei prossimi giorni. Nel frattempo abbiamo la stagione più calda che arriva, si sta più all’aperto e, seguendo le regole, è meno facile contagiarsi. La vera variabile poi è l’andare avanti con le vaccinazioni: più dosi somministriamo, più persone sono protette. È inevitabile che a 3-4 settimane da oggi sia necessario, possibile e indispensabile programmare le riaperture“.

Presto, dunque, potrebbero vedersi zone gialle e bianche. “Si può programmare già da oggi non il giorno, ma il valore soglia per prevedere di tornare alla normale attività. Il vero parametro sarà quando si svuoteranno le terapie intensive e gli ospedali. Si può mutuare l’esperienza di Israele, Stati Uniti e Regno Unito e dire che raggiunta una certa percentuale della popolazione vaccinata, i contagi e ricoverati caleranno di livello. Da lì si potrà ricominciare a tornare alle colorazioni gialle o bianche. Questo si potrà fare non tanto con il numero totale di vaccini, ma valutando la protezione di gregge nelle categorie a rischio e si può stimare quando questo accadrà. Già da oggi si può dire qual è il nostro target. Raggiunta quella percentuale vedremo un calo. Sicuramente a maggio qualche riapertura ci sarà e non lo dico politicamente, ma scientificamente“, ha aggiunto Sileri.

La campagna di vaccinazione

A proposito della campagna di vaccinazione, inoltre, Sileri ha affermato che “già oggi un milione e 300 mila dosi sono arrivate e verranno distribuite”. Entro fine mese ne dovrebbero arrivare altre 8 milioni. “Sono le dosi che siamo sicuri di ricevere, salvo complicanze, con una visione realistica, anche se forse potrebbero arrivarne di più”. Tra queste anche quelle vaccino di Johnson & Johnson. “Se si corre tanto per la vaccinazione, perché gli hub vanno a regime, riuscendo a fare 300 mila dosi al giorno, devono arrivare altrettante dosi da poter compensare questo uso quotidiano. Nel primo trimestre sono state date alle regioni 14 milioni di dosi e somministrate circa 11 milioni. Nel mese di aprile le dosi saranno 8 milioni, quindi il trend mensile continua a crescere. Si potrà arrivare a mezzo milione di dosi al giorno per la fine di aprile“. Il sottosegretario alla Salute non è preoccupato in merito alla situazione legata ai ritardi.