Sileri sul vaiolo delle scimmie

Pierpaolo Sileri
Pierpaolo Sileri

Il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, ha spiegato che ci sono 20 casi di vaiolo delle scimmie in Italia e che la situazione non è neanche paragonabile a quella che abbiamo affrontato con il Covid.

Vaiolo delle Scimmie, Sileri: “Nulla di paragonabile al Covid”

Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, ai microfoni di Radio Cusano Campus, ha parlato del vaiolo delle scimmie. “Ad oggi il numero di casi di vaiolo delle scimmie in Italia è esiguo, 20 per l’esattezza di cui 19 con una storia di viaggio in zone dove sono state evidenziate catene di contagio, e in un solo caso sembrerebbe esservi stata una trasmissione locale. Visti i tempi di incubazione del virus vi potrà essere nelle prossime settimane un ulteriore aumento di casi ma non arriveremo certamente a nulla di paragonabile al Covid, per la natura specifica del virus, per le modalità di contagio, per la minore gravità delle manifestazioni cliniche, e per la disponibilità di cure e di un vaccino specifico” ha dichiarato Sileri, spiegando che “ministero e Istituto superiore di sanità seguono con attenzione l’evolversi della situazione ma gli eccessivi allarmismi sono ingiustificati”.

Sileri: “Non vivremo più ciò che abbiamo vissuto”

Adesso il Green pass può essere finalmente messo da parte: è probabile infatti che dopo l’estate possa esserci una ripresa della circolazione virale, ma non vivremo più ciò che abbiamo vissuto negli anni passati ed è estremamente difficile che possa essere necessaria l’introduzione di nuove misure restrittive” ha spiegato Sileri, parlando delle misure anti-Covid. Il sottosegretario ha ribadito l’importanza del Green pass e dei vaccini per la sicurezza. “Il mio appello è di completare la terza dose per chi non l’ha ancora fatta, e la quarta per chi ha una indicazione specifica per età o patologia” ha dichiarato, aggiungendo che il virus è destinato ad entrare tra i virus stagionali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli