Silp Cgil: immigrati scappano da Pian del Lago, legalit ondivaga

Cro/Ska
·1 minuto per la lettura

Roma, 27 lug. (askanews) - "La fuga preventivata degli immigrati, dimostra se ce ne fosse ancora bisogno, la disparit di trattamento tra i cittadini italiani tenuti agli 'arresti domiciliari' per circa 90 giorni e controllati assiduamente con droni ed elicotteri per evitare 'evasioni', e gli immigrati che arrivano indisturbati sul territorio italiano mentre il governo chiede al parlamento la proroga dell emergenza covid fino al 31 ottobre. Nel frattempo gli immigrati sottoposti alla quarantena, scappano da Pian del Lago alla faccia degli italiani tenuti a rispettare pedissequamente i vari DPCM per evitare la diffusione del covid. Chiedo e mi domando: la legalit diventata ondivaga o rimasta ancora l'unica certezza per i senza potere???". Lo dichiara in una noa Davide Chiarenza della direzione nazionale Silp CGIL.