Silurato il top manager di Mc Donald's: usciva con una dipendente

McDonald's CEO Steve Easterbrook speaks during a press conference in New York November 17, 2016. REUTERS/Shannon Stapleton

Steve Easterbrook, amministratore delegato di Mc Donald's dal 2015, ha dovuto fare i bagagli e lasciare l'incarico dopo aver violato i codici di condotta dell'azienda.

Il numero 1 del colosso del fast food, infatti, è stato pizzicato mentre usciva con una dipendente. Anche se la relazione era amorosa e consensuale, purtroppo, le regole dell'azienda impediscono che questo accada. E visto che la legge è uguale per tutti, il board dell’azienda ha dovuto allontanare l'ex ceo "dal momento che - è stato spiegato in una nota - ha mostrato scarso giudizio", sostituendolo immediatamente con un altro: il nuovo top manager sarà ora Chris Kempczinski, 51 anni, fino ad oggi presidente di Mc Donald’s Usa.



Easterbrook era arrivato nell'azienda per rialzare le vendite, cosa che gli era riuscita perfettamente visto che, nel frattempo, le quotazioni della società sono cresciute di quasi il 100%.

L'ex ceo ha salutato tutti con una lettera in cui, fra le altre cose, ha ammesso di aver commesso "un errore", concludendo: "Sono d’accordo con il consiglio di amministrazione sul fatto che è l’ora di farmi da parte".


GUARDA ANCHE: Tre milioni di libri per bambini che scelgono l’Happy Meal