Silvia Romano, media: intelligence turca ha salvato 170 ostaggi dal 2009

webinfo@adnkronos.com

Il Mit, i servizi di intelligence turchi, hanno salvato dal 2009 170 persone prese in ostaggio da vari gruppi terroristici, tra cui la cooperante milanese Silvia Romano. Lo scrive il quotidiano turco 'Sabah' nella sua versione online, sottolineando che i successi del Mit hanno conquistato le prime pagine dei media internazionali. 

Il giornale ricorda quindi come in una delle sue ultime operazioni a maggio, il Mit abbia salvato una cooperante italiana in Somalia. "Silvia Romano, che era stata rapita 18 mesi prima nell'Africa orientale, è stata salvata in un'operazione congiunta dei servizi di intelligence turchi e italiani", si legge. "Romano - prosegue l'articolo - lavorava per una ong italiana, Africa Milele, ed era stata presa in ostaggio nel Kenia sud-orientale nel novembre 2018. E' stata trovata in Somalia, a circa 30 km dalla capitale Mogadiscio ed è stata riportata a casa". 

Secondo 'Sabah', nessun gruppo ha rivendicato la responsabilità del suo rapimento "sebbene sia sospettata l'organizzazione terroristica al-Shabaab". Il giornale evidenzia quindi come la stampa internazionale, ed in particolare i media italiani, abbiano sostenuto come la Romano fosse stata salvata grazie agli "sforzi congiunti dei servizi di intelligence turchi, somali e italiano". La Romano è una dei "32 stranieri salvati dall'intelligence turca negli ultimi 11 anni", conclude 'Sabah', spiegando che il Mit ha condotto la maggior parte delle operazioni in Siria.