Silvio Berlusconi indagato nel procedimento per le stragi di mafia

silvio berlusconi indagato

Silvio Berlusconi risulta indagato nel procedimento sulle stragi mafiose del 1993. Il procedimento è stato aperto dalla Procura di Firenze, in relazione alle stragi nel capoluogo toscano, a Milano e a Roma. La Procura ha depositato il fascicolo alla cancelleria della seconda sezione della Corte d’Assise di Palermo nella mattinata di mercoledì 25 settembre.

Silvio Berlusconi indagato

L’iscrizione dell’ex premier nel registro degli indagati è stata depositata alla Corte d’Appello dai legali di Silvio Berlusconi, non da quelli di Marcello Dell’Utri (ex senatore di Forza Italia, arrestato per concorso esterno in associazione mafiosa), come emerso in un primo momento. Gli avvocati di Dell’Utri hanno citato il Cavaliere a deporre nel processo per la trattativa Stato-mafia. I rappresentanti di Silvio Berlusconi hanno dunque chiesto alla Corte d’Assise di Palermo di definire la veste giuridica in cui il loro cliente sarà ascoltato, tra quella di teste e quella di indagato di reato connesso. Dalla risposta dei pm fiorentini si evince che il leader di Forza Italia risulta iscritto nel registro degli indagati. Tale condizione gli consentirà di avvalersi della facoltà di non rispondere nel corso dell’udienza del 3 ottobre sulla trattativa Stato-mafia, connessa a quella delle stragi.

Le indagini

Nel 2017, la magistratura ha avviato una nuova indagine su Silvio Berlusconi e Marcello Dell’Utri, considerati i mandanti occulti delle stragi del 1993. Il procuratore di Firenze, dopo l’archiviazione del 2011, ha ottenuto la riapertura del fascicolo. La Procura di Firenze ha incaricato la Direzione investigativa antimafia di svolgere nuovi accertamenti, con l’obiettivo di analizzare le parole pronunciate da Giuseppe Graviano. I pm di Palermo hanno intercettato il boss, attualmente in carcere, mentre indicava Berlusconi e Dell’Utri come mandanti degli eccidi.

LEGGI ANCHE: "'La Natività' di Caravaggio fu oggetto di trattativa tra Mafia e Chiesa"