Silvio Berlusconi rivela: "Sto meglio, sono i giudici la mia malattia"

·1 minuto per la lettura
Silvio Berlusconi, le condizioni:
Silvio Berlusconi, le condizioni: "Sto meglio, sono i giudici la mia malattia" (Photo by Livio Anticoli/Pool/Insidefoto/Mondadori Portfolio via Getty Images)

Dopo i ricoveri che hanno caratterizzato gli ultimi mesi di Silvio Berlusconi, l'ex premier è tornato a parlare della sua vera "malattia": i giudici. Come riporta il Corriere della Sera, infatti, a chi lo chiama per saperne di più sulle su condizioni, Berlusconi risponde: "Sto meglio, grazie. Sono i giudici la mia malattia".

Sono 36 i processi e oltre 3mila le udienze che hanno interessato il Cavaliere, che ha spiegato: "Noi siamo per garantire l’indipendenza della magistratura, ma l’autogoverno totale non c’entra nulla con l’indipendenza. E quello che oggi non funziona è proprio l’autogoverno totale".

GUARDA ANCHE - Chi è Silvio Berlusconi

Intanto ieri i leader del centrodestra si sono visti per ufficializzare la candidatura di Michetti come sindaco di Roma, mentre per il candidato governatore della Calabria sarà ufficializzato a breve Occhiuto. Proprio in occasione del vertice di centrodestra, Matteo Salvini ha svelato un retroscena: "Berlusconi mi aveva proposto il partito unico ma non si può fare in 15 giorni". 

Era stato lo stesso Berlusconi, pochi giorni fa, ad annunciare sui social: "In un clima di grande collaborazione e condivisione, abbiamo valutato l’ipotesi di una federazione delle forze del centrodestra". Resta da vedere se l'unione si farà ma, secondo le ultime indiscrezioni, a pesare ci sarebbe in particolare la volontà del leader di Forza Italia di avere anche Giorgia Meloni nella federazione unica.

GUARDA ANCHE - Berlusconi "benedice" il governo Draghi