Simeone (FI): Tar Lazio rilancia corridoio Roma-Latina

Bet

Roma, 5 feb. (askanews) - "Un passo in avanti per la realizzazione dell'autostrada Roma-Latina. La seconda sezione del Tar di Roma (con sentenza n° 01410/2020, pubblicata il 3 febbraio) ha accolto un ricorso di Autostrade del Lazio spa contro una nota del Comune di Roma Capitale con la quale si disponeva il diniego di nulla osta alla realizzazione del corridoio intermodale Roma-Latina e della bretella Cisterna-Valmontone". A darne notizia in una nota Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare. "In particolare - spiega - il diniego di nulla osta si basava sul parere negativo della commissione di riserva naturale relativamente al progetto definitivo della tratta 1 (7 km di collegamento dell'autostrada per consentire l'allaccio diretto all'A12 Roma-Civitavecchia). Questo tratto è bene ricordarlo, insieme alla tratta Tor dè Cenci-Latina è parte integrante del Corridoio intermodale Roma-Latina". Per Simeone e' "opportuno lanciare un appello affinché venga aperta una fase nuova di interlocuzione fra tutti gli enti coinvolti in questa operazione. Magari prevedendo come soluzione ragionevole, quella di avviare i lavori del Corridoio intermodale da borgo Piave. Mi preme ribadire inoltre come i tempi siano sempre più stringenti. I cantieri devono partire entro la scadenza del vincolo preordinato all'esproprio, fissato per ottobre 2020, altrimenti ogni sforzo rischia di essere vanificato". "Come esponente istituzionale della Regione Lazio, eletto in provincia di Latina, considero primario il raggiungimento di un obiettivo non più rinviabile e di vitale importanza per le comunità che mi onoro di rappresentare" conclude.