Simona Ventura pubblica il secondo libro: “Una grande emozione”

simona ventura

Un video che ripercorre gli anni passati, accompagnato da una didascalia esplicativa, è stato il modo di Simona Ventura per dare un lieto annuncio a tutti i suoi fan. Presto infatti uscirà in libreria il suo nuovo libro, a ben 13 anni di distanza dalla sua prima fatica letteraria del 2007. Il romanzo edito da Sperling & Kupfer è intitolato “Codice Ventura” e ripercorre i “mitici anni ’80 che segnarono la nostra generazione”, come raccontato dalla stessa autrice nel suo post su Instagram.

Ecco qui. Un altro progetto sta per vedere la luce! Ogni volta è diverso, ma questo secondo libro, che esce a 13 anni dal primo (nel 2007), è davvero intenso. Scava nelle origini delle nostre generazioni, quei mitici anni ’80 che segnarono la rinascita di un paese dilaniato dal sangue e dalla violenza degli anni ’70, con un linguaggio modernissimo, quello dei post millenials! Per capire meglio il futuro bisogna fare tesoro del passato.

Simona Ventura entusiasta e felice

Dopo un periodo di stasi dal mondo dello spettacolo, ecco che ora Simona Ventura torna più euforica che mai. La conduttrice piemontese si è infatti detta molto contenta per l’uscita del suo nuovo libro, che ha messo a confronto con quello di 13 anni fa.

Con grande emozione, Simona ha dunque annunciato il pre-order del suo secondo libro. La copertina si muove, perché a seconda di come la si guardi appare una versione della Ventura di oggi o degli anni ’80. “Effettivamente quella che sono oggi nasce dagli anni ’80. Anni che sono stati mitici, che sono stati un po’ una resurrezione della nostra Italia. Venivamo dagli anni di piombo degli anni ’70, da una grande violenza. Ma negli anni ’80 sono esplose tante mode”, precisa ancora la presentatrice. Tale epoca, sempre secondo Simona Ventura, ha reso le persone più forti. “Se avete voglia di saperne di più dei mitici anni ’80, e capire perché il mondo di oggi è così attraverso quegli anni, leggete questo libro, che ho fatto con tanto amore”.