Simula persecuzione dell'ex, ma la stalker è lei: arrestata

(Getty Images)

Si è presentata ai poliziotti dicendo che il fidanzato, descritto come violento e pericoloso, le aveva rubato la borsa. Le indagini della polizia però hanno dimostrato il contrario: la stalker era lei ed è stata arrestata. E' accaduto a Viareggio (Lucca).

Secondo le ricostruzioni degli investigatori, la donna aveva tempestato di messaggi e chiamate anonime il suo ex per tutta la giornata, si era anche aggirata nei pressi del luogo di lavoro della nuova compagna di lui e lo aveva falsamente accusato di averle rubato la borsa dall'auto.

LEGGI ANCHE: Violenza sulle donne, il Codice rosso è legge

Il fatto che sulla vettura dell'accusatrice non ci fosse alcun segno di effrazione ha però insospettivo gli uomini delle forze dell'ordine che, dopo una semplice ricerca, hanno recuperato la borsa in questione dietro il sedile posteriore dell’auto.

A quel punto sono scattati gli approfondimenti degli investigatori che hanno appurato come l'ex fidanzato e la nuova compagna avessero già presentato diverse denunce contro di lei e come la donna fosse già stata ammonita dal questore di Lucca lo scorso luglio.

La donna, una 32enne tedesca, è stata arrestata in flagranza di reato. Processata per direttissima le è stato inflitto il divieto di dimora nella regione Toscana.

VIDEO - Cos'è il Revenge Porn?