Sindaca Crema indagata, Sala: così non si può andare avanti

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 giu. (askanews) - "Io sono tra i sindaci che dico che così non si può andare avanti. Mi pare che ci sia un largo consenso su questo e mi aspetto che ci sia anche qualche azione decisa da parte dei sindaci". Lo ha detto il sindaco di Milano Beppe Sala, a margine della presentazione di una lista riformista a suo sostegno per le elezioni comunali, in riferimento all'avviso di garanzia ricevuto dalla sua collega Stefania Bonaldi, sindaco di Crema, in seguito all'incidente di un bambino che a ottobre scorso si era schiacciato due dita della mano sinistra nella porta anticendio di un asilo nido comunale.

"Abbiamo varie chat tra sindaci e gli animi stamattina erano molto caldi - ha detto Sala - il livello di esasperazione a questo punto è altissimo. Credo che quello della sindaca di Crema sia un buon esempio perché non essendo una questione drammatica non si presta a strumentalizzazioni". "C'è una porta che doveva essere controllata nella chiusura automatica - ha aggiunto sala - e c'è una legge che dice nelle scuole devono essere evitate situazioni del genere, spigoli, eccetera. È giusto? Si, ma allora cosa facciamo? Chiudiamo le scuole per tre o quattro anni per rifare tutto e poi quando sono veramente in sicurezza le riapriamo?", ha concluso il sindaco di Milano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli