Sindacati lombardi: governo antepone economia a tutela salute

Fcz

Milano, 12 mar. (askanews) - Il governo ha commesso "un errore" scegliendo "di far prevalere le ragioni economiche" sulla "prioritaria tutela della salute". La pensano così sindacati confederali della Lombardia che all'indomani dell'approvazione del Dpcm sulle nuove misure per limitare la diffusione del Coronavirus ribadiscono che la salute dei cittadini deve rappresentare "l'assoluta priorità" dell'azione di governo.

L'esecutivo guidato da Giuseppe Conte, denunciano Cgil, Cisl e Uil della Lombardia, ha invece preferito "far prevalere le ragioni economiche, seppur con alcune limitazioni del tutto insufficienti a fronteggiare l'emergenza sanitaria, rispetto alla prioritaria tutela intransigente e certa della salute delle lavoratrici e dei lavoratori, lasciando di fatto al sistema delle imprese il giudizio finale su cosa e come produrre".

I sindacati confederali della Lombardia sono convinti che per sconfiggere il Coronavirus serva "un grande atto di responsabilità collettiva" e la consapevolezza "che ci sono tante attività non indispensabili in una situazione grave com'è quella attuale".