I sindacati non vogliono sedersi al tavolo con Mittal

HuffPost
-

Fim, Fiom e Uilm hanno l’intenzione - a quanto si apprende da fonti sindacali - di non partecipare all’incontro convocato da ArcelorMittal per venerdì prossimo nell’ambito della procedura formale per la ‘retrocessione’ dei siti dell’ex Ilva.

I sindacati, infatti, ribadiscono di non riconoscere alla cordata franco indiana un diritto di recesso, quindi neanche la procedura stessa, e chiedono quindi un incontro che sia sulle prospettive per proseguire con la gestione di ArcelorMittal e che sia alla presenza del Governo (che in questo caso non era prevista).

I sindacati locali hanno invece incontrato l’azienda per discutere della situazione dell’indotto. E al termine hanno fatto sapere: “Ci hanno detto che hanno iniziato a pagare i fornitori. Ora vediamo se ci sono le condizioni per far sospendere la protesta dell’indotto”. Il segretario generale della Fiom Cgil Puglia e Taranto, Giuseppe Romano, ha poi continuato:“Ora è stata convocata anche Confindustria e parteciperemo a questo incontro per capire come si evolve la situazione”, ha aggiunto

Continua a leggere su HuffPost