Sindrome post-Covid, lo studio: stanchezza, dolori e affanno

Getty

Stanchezza costante, dolore alle articolazioni, affanno. Sono alcuni dei sintomi che i guariti da COVID-19 si trascinano dietro per settimane e persino mesi dopo la guarigione.

A rivelarlo è uno studio pubblicato su “Jama” da un gruppo di geriatri della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs e dell'Università Cattolica. Secondo la ricerca, su 143 pazienti seguiti fino alla fine di maggio, a distanza di oltre due mesi dalla diagnosi di Coronavirus, solo 1 su 10 non presenta sintomi correlabili alla malattia iniziale.

GUARDA ANCHE: Trump, prima volta in mascherina

In particolare, l'87% riferisce la persistenza di almeno un sintomo, soprattutto stanchezza intensa (53,1%) e affanno (43,4%). Il 27,3% lamenta dolore alle articolazioni e il 20% dolore toracico.

LEGGI ANCHE: Donna guarita a Pozzuoli torna positiva al COVID-19

Ci sono ex pazienti senza forze, che non riescono a terminare il piano di scale o che dormirebbero costantemente. Non mancano guariti debilitati, che fanno fatica a respirare e c'è chi confessa di aver pensato di avere una malattia mentale, finché non si è confrontato con persone che provavano i suoi stessi disturbi.

GUARDA ANCHE: Paura per il Principe Carlo, ai medici confessa: “Ho ancora sintomi del Coronavirus”


Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.