Sinodo a metà cammino, la richiesta di un "salto qualitativo" -2-

Ska

Città del Vaticano, 16 ott. (askanews) - Padre Giacomo Costa ha riferito, da parte sua, che è stato da più parti suggerito di "lasciare le sicurezze, le proprie ideologie, le proprie argomentazioni, i piccoli pezzettini che si voleva mettere nel documento finale", perché "se rimaniamo intrappolati nel conflitto gli orizzonti si limitano, la realtà resta frammentata e perdiamo il senso dell'unità profonda".

Dopo la dodicesima congregazione generale, ieri pomeriggio, i padri sinodali sono tornati a separarsi nei dodici gruppi di lavoro e i lavori nei «circoli minori» proseguiranno anche domani. Il programma prevede che nel pomeriggio di domani, giovedì 17, avrà luogo una nuova congregazione generale nella quale ogni circolo minore condividerà il suo lavoro con gli altri partecipanti. Venerdì pomeriggio una sintesi dovrebbe essere a disposizione della stampa. La commissione per l'elaborazione del documento finale entrerà nel vivo a quel punto e presenterà un progetto di sintesi all'assemblea lunedì 21. Dopo ulteriori discussioni, emendamenti, modifiche, il documento finale sarà presentato nella sua stesura definitiva all'aula la mattina di venerdì 25 e votato nell'ultima congregazione generale nel pomeriggio di sabato 26.