Sinodo sull'Amazzonia, torna la Radio vaticana brasiliana

Ska

Città del Vaticano, 1 ago. (askanews) - Da oggi, in vista del Sinodo panamazzonico (6-27 ottobre 2019), il Programma brasiliano della Radio vaticana, dopo un periodo di assenza, torna a trasmettere in Onde Corte per l'Amazzonia.

"Siamo stati la prima, e una delle pochissime voci, che quando a seguito della cosiddetta 'riforma dei media vaticani' venne annunciata la fine delle onde corte, sottolineò il gravissimo errore che si stava commettendo", commenta il sito specializzato in informazione vaticana Il Sismografo. "Abbiamo subito indicato che nel continente americano c'erano due regioni vastissime che sarebbero state tagliate fuori da ogni informazione vaticana e soprattutto da ogni rapporto con il Successore di Pietro, il suo ministero e il suo magistero: le poverissime Nazioni dell'America Centrale e la gigantesca Amazzonia, cioè i 25 milioni di potenziali ascoltatori che in un modo o in un altro rientrano nella categoria 'abitanti dei territori amazzonici' che, tra l'altro, si trovano dispersi in 9 Nazioni dell'America del Sud. Oggi, e ne siamo felici, alle ore 22 in Brasile, dopo una lunga e assurda pausa, ricominciano queste trasmissioni del Programma Brasiliano della Radio Vaticana, uno dei più vecchi dell'emittente del Papa. E' stato creato nel marzo 1958, vale a dire 61 anni fa. Le trasmissioni giornaliere saranno irradiate nella frequenza di 7,305 Khz, 41 metri, e partiranno dal Greenville Center, Carolina del Nord (USA) con una potenza di 250Kw. Non c'è che complimentarsi con i responsabili del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede. Hanno preso una buona decisione, necessaria e non più rinviabile. Per fortuna il Sinodo per l'Amazzonia di ottobre prossimo ha dato anche una sua spinta ed è stato determinante per correggere l'errore".

La voce del Papa, si legge su Vatican news, potrà essere di nuovo ascoltata via radio dagli oltre 25 milioni di persone che abitano questo polmone del nostro pianeta. La decisione di trasmettere in Onde Corte viene incontro alla realtà geografica dell'Amazzonia, nella consapevolezza che tutti hanno il diritto di ricevere il messaggio di Cristo. Creato nel marzo del 1958, 27 anni dopo la fondazione della Radio Vaticana, il 12 febbraio 1931, il Programma brasiliano fa parte delle circa 40 realtà linguistiche che portano al mondo intero gli insegnamenti della Chiesa, il Magistero Petrino e le notizie dell'attualità internazionale lette alla luce del Vangelo. Nella sua storia, il Programma brasiliano ha seguito sette pontificati, da Pio XII a Papa Francesco. Attualmente, i brasiliani di Radio Vaticana-Vatican News offrono una vasta gamma di programmi quotidiani in stile multimediale attraverso le varie piattaforme: radio, web e social. Viene peraltro da Radio vaticana brasile la nuova viceportavoce della Santa Sede, Cristiane Murray.