Sinodo sull'Amazzonia: una conferenza episcopale per la regione

Ska

Città del Vaticano, 26 ott. (askanews) - In un passaggio dedicato ai "nuovi cammini per la sinodalità ecclesiale", che precede la conclusione, il documento finale del Sinodo sull'Amazzonia popone, al paragrafo 115, di "creare un organismo episcopale che promuova la sinodalità tra le Chiese della regione, che aiuti a delineare il volto amazzonico di questa Chiesa e che continui il compito di trovare nuovi cammini per la missione evangelizzatrice, incorporando soprattutto la proposta dell'ecologia integrale, rafforzando così la fisionomia della Chiesa amazzonica. Si tratterebbe di un organismo episcopale permanente e rappresentativo che promuove la sinodalità nella regione amazzonica, articolato con il Celam, con una propria struttura, in un'organizzazione semplice e articolato anche con il REPAM. In questo modo può essere il canale efficace per assumere, a partire dal territorio della Chiesa latinoamericana e caraibica, molte delle proposte emerse in questo Sinodo. Sarebbe il nesso in grado di articolare reti e iniziative ecclesiali e socio-ambientali a livello continentale e internazionale".