Siria, 173 civili uccisi da mine e residui esplosivi nel 2019 -2-

Fco

Roma, 3 ott. (askanews) - Tra queste vittime, almeno quaranta sono state uccise mentre si trovavano nei campi in cerca di tartufi, ha affermato l'Osservatorio in una nota. In Siria, 10,2 milioni di uomini, donne e bambini sono esposti ai pericoli di residui di guerra esplosivi, secondo le Nazioni Unite.

"Ogni giorno i civili muoiono o restano mutilati a vita a causa di mine antiuomo e ordigni inesplosi", ha recentemente denunciato l'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCH). Questo flagello "impedisce alle persone di tornare (a casa) e di rimuovere le macerie per ricostruire o coltivare la propria terra in tutta sicurezza. Danneggia inoltre i bambini che non possono giocare e andare a scuola in buone condizioni", ha detto una portavoce dell'ONU a Damasco ad agosto.