Siria: 5 civili uccisi da raid russi nel nord-ovest -3-

vgp

Roma, 10 feb. (askanews) - Da dicembre, il regime di Bashar al-Assad ha lanciato una nuova offensiva nella regione di Idleb con l'obiettivo di recuperare questo asse stradale chiave, che collega la grande città di Aleppo alla capitale Damasco.

Poco più della metà della provincia di Idleb e i settori adiacenti delle province vicine di Aleppo, Hama e Latakia, sono ancora dominati dai jihadisti di Hayat Tahrir al-Cham (HTS, ex ramo siriano di Al- Qaeda). La regione ospita anche altri gruppi jihadisti e gruppi ribelli indeboliti.

militare avviata a metà dicembre dal regime ha ucciso oltre 300 civili secondo l'OSDH e causato l'esodo di 586.000 civili, secondo le Nazioni Unite.

Per il regime siriano, il fronte della regione di Idleb rappresenta l'ultima grande battaglia strategica: Damasco ora controlla più del 70% del territorio nazionale, secondo l'OSDH.

Il conflitto in Siria ha ucciso oltre 380.000 persone dal 2011 e ha gettato oltre la metà della popolazione prebellica sulla strada dell'esilio.