Siria, agenzie Onu lanciano allarme su crisi alimentare

Fco

Roma, 26 giu. (askanews) - La Siria sta affrontando una crisi alimentare senza precedenti con oltre 9,3 milioni di persone prive di cibo adeguato, mentre l'epidemia di coronavirus nel Paese, anche se per ora apparentemente controllata, potrebbe ulteriormente accelerare. E' il monito lanciato dalle agenzie delle Nazioni Unite.

Il Programma alimentare mondiale (Pam) ha dichiarato durante una riunione a Ginevra che il numero di persone a corto di generi alimentari essenziali aumentato di 1,4 milioni negli ultimi sei mesi.

Anche i prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati di oltre il 200 per cento in meno di un anno a causa della caduta libera della vicina economia del Libano e delle misure di blocco per i Covid-19 in Siria, ha detto la portavoce del Pam Elisabeth Byrs.(Segue)